Come festeggerai la festa della donna?

Domani 8 marzo festa internazionale della donna.

Una festa che viene attribuita alle conquiste sociali e politiche dal genere femminile nel corso della storia e che oggi assume ancora piu importanza per evidenziare e sensibilizzare l’essere umano contro gli allarmanti dati di femminicidio.

Un giorno o l’occasione che le amiche scelgono per passare un po’ di tempo insieme condividendo delle esperienze che solo insieme hanno il giusto sapore.

Dove festeggiare questa festa?

Sempre più donne scelgono il piacere di viaggiare insieme alla ricerca di se stesse o più semplicemente per condividere una esperienza dallo stesso punto di vista. Ed allora si va alla ricerca di escursioni e trekking più o meno impegnativi o avventure in paesi esotici o ancor più frequentemente esperienze lungo i vari “cammini” di cui l’Italia è ben dotata visto la millenaria cultura dei pellegrinaggi.

Tante anche le vacanze alla ricerca di soggiorni con corsi di cucina per imparare a mettere le mani in pasta, a preparare un menu stellato o ancora imparare a coltivare la frutta e ortaggi o un tour con auto d’epoca in chiaro stile vintage con cabriolet guanti e occhiali.

Ma moltissime donne vanno semplicemente alla ricerca del riposo legato al benessere, un soggiorno presso le molteplici strutture che ospitano al loro interno una spa indimenticabile con una vasta scelta di trattamenti di bellezza.

Perché viene regalata la mimosa?

La storia di questo gesto risale al 1946 quando l’ex partigiano e neoparlamentare, Teresa Mattei, propose questo fiore che i partigiani regalavano alle staffette. La mimosa è una specie selvatica facile da trovare durante il mese di marzo, una pianta apparentemente molto fragile ma in realtà molto forte e capace di sopravvivere anche in situazioni difficili.

Questo pianta ben incarnava lo spirito ed il servizio che le staffette partigiane compivano, un servizio pieno di pericoli ma fondamentale per il successo della lotta partigiana. Numerose le donne Italiane che negli anni della resistenza hanno combattuto una guerra silenziosa fiancheggiando gli uomini che, nascosti sui monti, portavano a termine azioni di guerriglia contro l’invasore nazista.

Festeggiare le donne oggi significa rendere omaggio al coraggio e alla dedizione che le donne giornalmente dedicano al successo della nostra società attraverso la loro azione incisiva, in famiglia, nelle aziende, nelle istituzioni.

Il grado di cultura, equilibrio, competenza che le donne dedicano alla nostra società è impareggiabile.

Festeggiare le donne significa amare ed avere rispetto assoluto della loro libertà, significa spendersi per eliminare le disparità che la società odierna, ancora troppo maschilista, ancora contempla.

E allora che sia festa, un momento di assoluta esaltazione del ruolo delle donne nella nostra società, ed un momento di riflessione necessario per tutte le volte che non siamo stati in grado di difendere la loro libertà e che in nome di un insensato maschilismo non le abbiamo valorizzate.

Auguri donne!

Leave a comment

Facebook
Instagram

Aquae idea regalo esclusiva

Acqua spa fiuggi atlantic park

A Natale regala benessere
Regala ora!